QUANDO LA RISATA VIAGGIA CON TE

 “Il numero di persone sorridenti che vedo è il riflesso di quanto io stesso sorrida. E’ sorprendente osservare quanto ci comportiamo da specchi gli uni per gli altri nelle nostre relazioni: se otteniamo risposte negative dalla nostra compagna o dal nostro compagno, dai nostri amici e dalle persone che sono in relazione con noi, vuol dire che, inconsciamente, stiamo agendo anche noi allo stesso modo.”

M. Kataria

Trascrivo questo estratto del libro “ Lo spirito interiore della risata” scritto dal mio maestro il dott. Kataria, fondatore dello yoga della risata.

E’ esattamente una condizione che sto constatando giorno dopo giorno nel mio quotidiano.

Ci sono vissuti e comportamenti negli altri che non puoi cambiare, di cui non sei responsabile, ma sicuramente la tua energia, il tuo atteggiamento influenzano in parte l’ambiente in cui vivi e ti ritornano potenziati.

Dalla scoperta all’abitudine

Era ormai il 2017 quando conobbi e sperimentai lo Yoga della Risata e decisi che volevo installare una nuova abitudine nella mia vita.

Bhè, iniziai il percorso di cambiamento partecipando ad un Leader Training con Lucia Berdini (playfactory.it) e dopo due giorni di formazione intensa continuai allenandomi a ridere e stare nella gioia tutti i giorni per 40 giorni.

Il cambiamento fu immediato, tutto intorno a me assumeva un nuovo significato. I miei problemi prendevano una nuova forma.

I 40 giorni continuarono e divennero mesi di allenamento costante. Avevo una nuova energia e come per magia le persone intorno a me venivano coinvolte nella potenza del mio atteggiamento e si instauravano nuove amicizie.

L’esperienza più bella arrivò in estate quando, per il mese di agosto, mi trasferii con la mia famiglia al mare.

L’energia della risata era ormai parte integrante della mia routine quotidiana e mi venne spontaneo iniziare a muovermi tra gli ombrelloni di perfetti sconosciuti chiedendo loro di ridere con me.

Immagina la prima espressione di stupore delle persone!

La risata non va in vacanza

Mi ritrovai a praticare la meditazione della risata con gente nuova ogni mattina e a tenere brevi sessioni sulla spiaggia, tra i sassi e il rumore delle onde. Vedevo i volti delle persone cambiare e nascere in loro un’attrazione magnetica di gioia e leggerezza.

Ho capito allora che quando la risata ti ha modellato dentro ti accompagna in ogni contesto e non può andare in vacanza.

Il segreto sta nel coltivarla ogni giorno e nel riprendere ad allenarsi con determinazione quando capita di avere dei momenti di burn-out nella vita quotidiana, come umanamente possibile.

In quei momenti in cui ho smesso di ridere ho notato un radicale cambiamento nelle energie in me e intorno a me, nei comportamenti, nello stato d’animo.

E’ in questi momenti che ho capito che bisogna auto-motivarsi o chiedere aiuto per riprendere ad allenarsi, perché inevitabilmente tutto in te e intorno a te è soggetto al mutamento.

Un’estate cuore a cuore

Questa estate la mia vacanza è stata itinerante. Ci siamo spostati in camper all’esplorazione dell’Italia.

Ho conosciuto tante persone meravigliose e la cosa più bella che mi è accaduta è stata tornare a ridere dal vivo dopo un anno e mezzo di sessioni su zoom. Piccoli gruppi di persone in spiaggia che si sono buttati con me all’esplorazione della loro risata più naturale in una esplosione di energia e gratitudine reciproca.

L’esperienza più bella che mi ha toccato il cuore è stata quella con una donna con la quale abbiamo condiviso un’ora di pura magia.

Non ti racconterò di lei e delle sue vicende, ma delle sue mani unite alle mie e dei suoi occhi sofferenti che in pochi minuti mi hanno mostrato anni di dolore soffocato.

Sento ancora la sua voce quando fidandosi si è affidata e mi ha detto: “ok proviamo!”.

E’ stata una sessione meravigliosa, fatta di emozioni trasformate e momenti di leggerezza nei quali l’ho vista rigenerarsi per un po’ e accogliere la possibilità di tornare a sorridere per qualche minuto in una sensazione di profonda gioia.

Ecco, ci siamo abbracciate col cuore, io e quella donna da poco conosciuta che per qualche ora ho sentito come un’anima profondamente presente e viva. Mi ha ringraziata e io mi sono sentita profondamente grata a lei per avermi permesso di ridere insieme.

Credo che questa sia magia. Quando “senti” nel profondo le persone e condividi la tua energia attiva per amore dell’altro.

La risata non va in vacanza. Quando è parte di te bussa per uscire ed essere donata e torna a te potenziata come profonda beatitudine.

Questa è la magia di una pratica meravigliosa che è lo yoga della risata ricca di benefici per il corpo e per la mente.

Se anche tu senti che hai bisogno di energia e vuoi scoprire la magia di questa pratica meravigliosa, non esitare a contattarmi scrivendomi o seguendomi sui miei canali social.

Se hai già riso con me ti sarei grata se tu lasciassi un commento a questo articolo raccontandomi le emozioni che hai provato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.